Bambino muore soffocato da un pezzetto di wurstel

In rianimazione da venerdì – Il bambino di 2 anni di Foggia era ricoverato agli Ospedali Riuniti da venerdì mattina a seguito del soffocamento causato dall’ingerimento di un piccolo pezzetto di wurstel, che anziché nel tubo digerente era finito nell’apparato respiratorio causando il soffocamento del piccolo.

Tentativi disperati – Appena giunti sul posto i sanitari del 118 hanno fatto tutto il possibile per estrarre il pezzo di cibo che gli impediva di respirare, dopodiché l’hanno trasportato d’urgenza in ospedale. I medici del pronto soccorso degli Ospedali Riuniti l’hanno subito intubato e ricoverato in rianimazione nel disperato tentativo di salvargli la vita, ma le sue condizioni erano apparse molto gravi soprattutto per il fatto che era rimasto troppo tempo senza respirare.

Non ce l’ha fatta – Le sue funzioni vitali erano state seriamente compromesse dall’assenza di ossigeno, e Angelo, questo il nome del bimbo, non ce l’ha fatta: ieri mattina ne è stato dichiarato il decesso. Il sostituto procuratore di Foggia ha disposto l’esame autoptico, che si svolgerà nella mattina di lunedì, più che altro come atto dovuto, in quanto le cause del decesso sono da imputare alle gravi lesioni provocate dal lungo periodo durante il quale non ha respirato, che avevano seriamente compromesso le funzionalità del piccolo.

Marta Lock