Basket,Eurolega: Siena perde ma vola ai quarti di finale

 

Basket, Eurolega- Missione compiuta. Nonostante una sconfitta casalinga rivelatasi poi assolutamente indolore, la Montepaschi conserva il primato del suo girone e si qualifica per i quarti di finale, (secondo anno consecutivo) dell‘Eurolega. Nell’ultima gara del girone i senesi vengono sconfitti in casa(90-102) dal Real Madrid, che, tuttavia, viene eliminato dalla competizione. Si verifica, infatti, una situazione per la quale tre squadre concludono con quattro vittorie e due sconfitte il loro girone in testa, con Siena che precede Bilbao e Real per la classifica avulsa. Al PalaEstra va in scena una partita un pò surreale. La Mps necessita solo della matematica qualificazione, in virtù del gran lavoro fatto in precedenza con quattro vittorie ottenute con largo scarto e la beffa di misura subita a Bilbao, mentre il Real necessita non solo di vincere, ma di conoscere anche cosa accade a Malaga per sapere il margine con cui servirebbe sbancare Siena per acciuffare anche il biglietto per i quarti. Ne esce una partita equilibrata per tre quarti e dall’alto punteggio, che solo nel finale, forse per le maggiori motivazioni date dalla partita, il Real riesce a portar via, con Siena che resiste per trentasette minuti abbondanti. Quando a Siena mancano tre minuti arriva la notizia della vittoria di Bilbao a Malaga: la Mps può cominciare a festeggiare, è sotto solo di sei mentre il Real dovrebbe vincere di almeno ventitre punti. Finisce a metà strada: 102-90 per un Real che si congeda dall’Eurolega con la più beffarda delle vittorie e Siena che bissa una storica qualificazione ai quarti di finale.

Bis o rivincita?- Il turno di playoff che ammette alle Final Four riserverà una grossa rivincita ai greci dell‘Olympiacos. Già, perchè la squadra del Pireo ha chiuso al secondo posto il girone A alle spalle del Cska Mosca e quindi incrocerà nei quarti proprio Siena, come l’anno scorso. Ma nella passata edizione furono i greci a godere del fattore campo che fu sfruttato appieno in gara 1(89-41) in una gara da record negativi per i senesi, bravi, però, a compiere l’altrettanto clamorosa impresa di resettare tutto e vincere 82-65 a distanza di appena 48 pre la seconda gara sempre in Grecia. Per niente scontato ma fondamentale fu per la Mps vincere le due gare casalinghe del PalaEstra, che di fatto ammisero, sul 3-1 maturato nella serie a favore, Mc Calebb e compagni a giocarsi la final four di Barcellona, chiusa poi al terzo posto. La speranza è che scambiando il fattore campo, il risultato finale non cambi.

Donatello Viggiano