Lampedusa: si attendono nuovi sbarchi

Il ritorno del bel tempo – Il ministro dell’Interno Cancellieri, giunta questa mattina nell’isola più a sud del territorio italiano insieme al ministro della Cooperazione e dell’integrazione Riccardi , ha dichiarato che il Governo non vuole farsi trovare impreparato dall’eventualità del nuovo flusso migratorio di sbarchi di clandestini che sicuramente riprenderà con l’arrivo della stagione più mite.

La visita al centro di accoglienza -I due ministri hanno visitato il centro di accoglienza di contrada Imbriacola, chiuso dal settembre 2011 perché seriamente danneggiato da alcuni incendi, accompagnati dal sindaco dell’isola e dal prefetto di Agrigento. La Cancellieri ha rassicurato le autorità locali che fin quando il centro di accoglienza non sarà riaperto non saranno trattenuti gli immigrati che sbarcheranno sulle coste di Lampedusa.

Un barcone in arrivo – Intanto sono giunte informazioni riguardo l’arrivo di un barcone partito dalla Libia, con a bordo più di cento persone, che si starebbe dirigendo proprio sull’isola. Il ministro dell’Interno ha reso noto che è stato aperto un dialogo tra il Governo italiano e tutti i paesi della fascia nordafricana per limitare, con azioni congiunte di controllo delle coste e di prevenzione, gli sbarchi continui e le pericolose e a volte tragiche traversate del Canale di Sicilia, verificatesi in modo estremamente massiccio negli anni precedenti.

Marta Lock