Fini incontra Obama: Italia interlocutore importante

Un faccia a faccia breve, di circa 10 minuti, ma sufficiente a far capire come l’Italia non sia più percepita come un paese di serie B, ma come un importante interlocutore internazionale. Il presidente della Camera, Gianfranco Fini – in trasferta per due giorni in America – è stato ricevuto ieri dal presidente Barack Obama. “E’ la prima volta in assoluto che un presidente della Camera viene ricevuto dal presidente degli Stati Uniti”, ha evidenziato il cerimoniale di Montecitorio, che ha posto l’accento sulla grande “cordialità” del breve vis a vis.

Interlocutori di peso – Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, è volato in America per partecipare alla convention dell’Aipac (la più grande agenzia americana pro-Israele) che si conclude oggi a Washington. A dargli il benvenuto è stato Barack Obama in persona: “Ho avuto la conferma – ha commentato Fini – che l’Italia è percepita anche a Washington come un interlocutore importante, non solo per le vicende europee”.

I saluti a Napolitano – “Il presidente Obama ha confermato un sentimento di grande amicizia nei confronti dell’Italia”, ha aggiunto la terza carica dello Stato, che ha precisato come l’inquilino della Casa Bianca abbia voluto rimarcare, nel corso del loro breve incontro, il suo attestato di stima nei confronti di Giorgio Napolitano: “Mi ha pregato di portare i suoi saluti personali al presidente Napolitano – ha detto Fini – che ha definito testualmente ‘a great man’, un grande uomo”.

Incontri strategici – E sul motivo della sua “trasferta” istituzionale a Washington, ovvero la discussione sulla delicata questione mediorientale: “Il presidente degli Stati Uniti – ha spiegato il leader di Fli – ha ribadito che è un dovere difendere Israele, ma nessuna ipotesi è esclusa, si percorrono tutte le vie per evitare il conflitto“. Dopo gli incontri “strategici” con Obama e il presidente dello Stato di Israele, Shimon Peres, (che hanno ieri parlato alla vasta platea internazionale radunata dalla lobby americana), il presidente della Camera incontrerà oggi il premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Maria Saporito