Champions League: Milan ai quarti con tanta paura. Il Benfica elimina Spalletti

Champions League, Milan – La quiete dopo la tempesta. Soffrendo oltre il lecito, nonostante il 4-0 dell’andata, il Milan perde 3-0 in casa dell’Arsenal nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League e accede ai quarti. Primo tempo da incubo per i rossoneri. L’Arsenal attacca e passa in vantaggio, al settimo, con Koscienly che colpisce di testa su angolo. Il raddoppio è merito di Rosicky che al 25’ sfrutta un corto rinvio di Thiago Silva e infila Abbiati sul proprio palo. Prima dell’intervallo arriva la terza rete: Van Persie trasforma un tiro dal dischetto concesso per un fallo su Walcott. Nella ripresa il Milan sotto 3-0 tiene e manca anche un paio di reti per evitare l’infarto. Ma i rossoneri, decimati dalle tante assenze, devono ringraziare un meraviglioso Abbiati che li salva dal tracollo. Si vola ai quarti.

Spalletti eliminato – Benfica ai quarti. Niente da fare per lo Zenit di Luciano Spalletti. I portoghesi, abbastanza sciuponi e nemmeno troppo brillanti, hanno capitalizzato il ritorno in casa e con un 2-0 frutto di due reti nei recuperi delle due frazioni di gioco hanno mandato a casa i russi. Agli uomini di Luciano Spalletti non e’ bastata la vittoria per 3-2 dell’andata. Il Benfica e’ passato in vantaggio alla fine del primo tempo, al 46′, con Maxi Pereira. Il raddoppio e’ arrivato solo in pieno recupero, al 93′, con Nelson Oliveira.

 

Giuseppe Ferrara