Il terribile gioco della roulette russa

Potrebbe essere stata quella la causaL’uomo di 47 anni, ex guardia giurata e titolare di un autonoleggio ad Atrani, borgo sul mare della Costiera amalfitana, è morto ieri sera intorno all’1 e 30 all’interno di un bar con un colpo alla tempia che lo ha trapassato dalla tempia destra uscendo dalla sinistra, uccidendolo sul colpo, il tutto davanti agli occhi increduli e terrorizzati dei testimoni presenti.

Un unico colpoL’unico colpo esploso dalla sua pistola, una P38 a tamburo, regolarmente detenuta, nonché l’unico in canna, ha fatto pensare agli inquirenti al tragico gioco della roulette russa. La morte dell’uomo, avvenuta davanti a sei ragazzi di giovane età che stavano giocando a carte all’interno del bar, potrebbe quindi non essere stata provocata da un gesto premeditato.

Non si esclude nessuna ipotesi – Gli inquirenti, nonostante la pista più accreditata rimanga quella della tragica fatalità e dello sprezzo del pericolo, non escludono in ogni caso nessuna possibilità, riservandosi di raccogliere tutte le testimonianze dei ragazzi presenti al momento dell’incidente, le dichiarazioni dei quali coincidono sull’averlo visto inserire il proiettile nella canna del revolver, e di attendere l’esito dell’autopsia sulla salma che è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Salerno, dove è attualmente a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Marta Lock