Siria, l’Onu lavora su nuova risoluzione. Annan sarà a Damasco questo sabato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:24

Siria, nuova risoluzione Onu. La situazione in Siria rimane sempre molto agitata. Nei giorni scorsi le forze militari rimaste fedeli al regime avevano espugnato Baba Amr, il quartiere di Homs in cui era presente la roccaforte degli oppositori. Gli scontri nella città simbolo delle violenze però continuano ancora, e la Mezzaluna rossa ha sempre delle serie difficoltà nel portare degli aiuti alla popolazione locale, che è realmente stremata da una situazione che è diventata insostenibile dal punto di vista umanitario. Per questo l’Onu sta preparando una nuova risoluzione, la cui bozza circola già tra i membri del Consiglio di Sicurezza, e dove s’inviterà la Siria a far cessare le violenze, per permettere agli operatori umanitari di accedere nel paese mediorientale.

Con Annan anche il nipote di Arafat – L’Onu comunque non lavora sulla questione siriana solamente dal Palazzo di Vetro di New York. Nelle prossime ore arriverà a Damasco Valerie Amos, la responsabile dell’Onu per gli interventi umanitari, che proverà in ogni modo a rimuovere qualsiasi ostacolo presente in Siria, che di fatto sta bloccando qualsiasi aiuto umanitario a favore delle popolazioni colpite dalle terribili violenze. Sabato invece arriverà Kofi Annan, l’inviato speciale della Lega Araba e del consesso mondiale, a cui è stato affidato il compito di trattare e mediare con le forze governative siriane. L’ex-segretario generale dell’Onu avrà come suo vice Nasser al Qudwa, nipote dell’ex-leader palestinese Yasser Arafat, ed incontrerà in questi giorni al Cairo i vertici della Lega Araba, per preparare meglio la sua missione in Siria.

Simone Lo Iacono

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!