Facebook bloccato in mezza Europa

Il mistero – Gli utenti che hanno tentato di collegarsi a Facebook nelle prime ore del mattino hanno trovato uno strano blocco: sembrava impossibile aprire la pagina, postare e condividere. Poi rapidamente la piattaforma antagonista Twitter ha lanciato un tam tam d’allarme sul blocco che ha mandato nel panico migliaia di utenti, dopodiché intorno alle 9 tutto è tornato alla normalità.

Il blocco in Europa – Solo dopo un pò di tempo si è venuto a sapere che il blocco totale del social network non era limitato solo all’Italia bensì aveva coinvolto  moltissimi altri paesi tra cui Estonia, Francia, Germania, Islanda, Irlanda, Israele, Italia, Olanda, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina oltre che Egitto e Sudafrica, salvi il continente americano e i paesi asiatici come l’India, dove il social network è molto utilizzato. Ora il web sta cercando il responsabile della vicenda.

AnonymousL’autore più accreditato sarebbe il gruppo di hacker noto con il nome di Anonymous che non ha perso l’occasione per rivendicare l’azione proprio su Facebook minacciando di intraprendere altre azioni simili come risposta agli arresti compiuti dall’FBI in Germania e in Austria ai danni di membri affiliati della cellula tedesca. Silenzio invece da parte del papà di Facebook, Mark Zuckerberg, che non ha rilasciato segnalazioni né notizie al riguardo.

Marta Lock