Pdl nel caos. Berlusconi rifiuta Porta a Porta. E Brambilla crea “Forza Lecco”

Berlusconi e Porta a Porta – L’ex premier Berlusconi, un po’ a sorpresa, ha rifiutato l’invito di Bruno Vespa di partecipare alla trasmissione Porta a Porta che sarebbe dovuta andare in onda questa sera.
Una decisione che, a quanto pare, è legata alla leadership di Alfano nel partito, come ha confermato lo stesso Vespa: “Silvio Berlusconi è rimasto vittima della par condicio. L’ex Presidente del consiglio mi ha spiegato che dopo le polemiche su Alfano una sua presenza in parallelo con il segretario del Pd Bersani (prevista il 21 marzo) avrebbe creato sgradevoli equivoci sulla leadership operativa del pdl che è di Alfano al quale Berlusconi intendeva confermare ancora una volta tutta la sua fiducia“.

Brambilla e Forza Lecco – Intanto, all’interno del Pdl, crescono i malumori sulla linea seguita da Berlusconi, considerata troppo centrista a causa dell’appoggio incondizionato a Monti e la voglia di grande coalizione dopo il 2013.
Anche i “centristi” del Pdl sono in fibrillazione contro la componente di “destra” del partito, fibrillazione sfociata per ora con la nascita di “Forza Lecco”, movimento che utilizza i colori dell’ex Forza Italia.
Il nuovo movimento ha preso avvio dall’ex Ministro Brambilla, ma non sarà l’unico, se il progetto, infatti, dovesse prendere piede, nessuno esclude la nascita di altri movimenti, da Forza Roma a Forza Napoli.

Matteo Oliviero