Napoli, De Laurentiis attacca tutti

Napoli, De Laurentiis – Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a margine del consiglio di Lega a Milano, va come un treno e non risparmia nessuno: “La Fifa e la Uefa ostacolano il calcio: non si fanno partite amichevoli delle nazionali quando c’è di mezzo una competizione come la Champions che porta successo, crescita, introiti, convinzione in chi la gioca: si disattende tutto il lavoro di una società per dieci sciocche partite che non servono a nulla. Non bisogna disturbare la serie A dai suoi traguardi nazionali e internazionali, altrimenti si vanifica la crescita dei giocatori, si mortificano gli allenatori e i tifosi”.

Su Prandelli e Lavezzi – E gli stage invocati dal ct azzurro Cesare Prandelli? “Prandelli ha i suoi problemi, capisco che voglia sperimentare i giocatori ma il mondo è cambiato – ha affermato il presidente del NapoliBasta con le Under 21, la nazionale deve fare venire fuori i talenti del futuro. Facessero giocare gli Immobile, gli Insigne, ma non facessero giocare chi ha responsabilità. Lavezzi? E’ uno spirito libero, un ragazzo straordinario e dal cuore d’oro. Come tutti i ragazzi è uno scapigliato – ha aggiunto – io che in gioventù ero un casinaro: lo amo e lo adoro perchè mi ricorda come ero io”. Infine una battuta su Mazzarri: “E’ un valorizzatore – ha spiegato – capisce quali sono le tue doti e ti da consigli per sfruttarle al massimo”.

 

Giuseppe Ferrara