Serie A, Cesena-Catania 0-0: reti inviolate e tanto nervosismo

Cesena-Catania 0-0 – Un pareggio che, in dei conti, non serve a nessuno: lo 0-0 tra Cesena e Catania nel recupero della 22^ giornata di Serie A scontenta sia i romagnoli, che restano all’ultimo posto in classifica, sia gli etnei, che per come si era messo l’incontro avrebbero potuto conquistare punti importante per continuare a sognare l’Europa. L’incontro del “Manuzzi” è stato caratterizzato da un nervosismo esagerato, costato il rosso a Pudil e al tecnico cesenate Beretta nel primo tempo e ad Almiron nella ripresa. Nervosismo che no ha permesso a nessuna delle due squadre di esprimere trame di gioco di una certa rilevanza.

Pudil, che ingenuità – Il match parte con il Catania più vivace: i rossoazzurri provano a spingere soprattutto sulla fascia destra con Barrientos e Motta, poi si rende insidioso con una bella combinazione Bergessio-Gomez vanificata dall’intervento di Antonioli. Le uniche iniziative del Cesena arrivano con tiri dalla lunga distanza: ci provano Parolo e Comotto ma senza fortuna. Poi Pudil commette un fallo sulla linea laterale: l’arbitro Rocchi ammonisce l’esterno sinistro che non la prende bene e insulta il direttore di gara: espulso. A questo punto la gara s’innervosisce e anche Beretta, dalla panchina, non cela il suo disappunto: anche il tecnico dei romagnoli viene allontanato da Rocchi. E nella baraonda confusionaria e polemica il Catania non riesce a trovare spunti interessanti per punire i padroni di casa.

Chance Barrientos – Nel Cesena viene sacrificato Mutu per garantire copertura al centrocampo. E’ una mossa che frutta, quantomeno, la possibilità di bloccare il gioco degli etnei: il Catania, infatti, non trova spazi e ci prova solo con le conclusioni di Almiron e Llama. L’unico a provarci con incisività è Barrientos che spreca due buone occasioni: da centro-area conclude centrale, poi pizzica il palo esterno. Il Cesena non va oltre qualche mischia creata in occasione dei calci d’angolo. E nel finale Almiron si fa espellere per una testata ai danni di Comotto, reo di averlo provocato. Finisce 0-0, un punto che non serve a nessuno, men che meno al Cesena, sempre più lontano dalla salvezza.

Edoardo Cozza