Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Balene: Giappone chiude la caccia in anticipo. Fiato sul collo di Sea...

Balene: Giappone chiude la caccia in anticipo. Fiato sul collo di Sea Shepherd

Balene, Giappone chiude la caccia in anticipo. Solo, se così si può dire, 266 balene. E’ questa il numero di cetacei che la baleniera Nisshin-Maru è riuscita a catturare, durante l’intera stagione di caccia prevista. Non più del 30% di quanto era stato stimato. Questo, grazie o a causa, a seconda dei punti di vista, ad un’altra nave la Bob Barker, appartenente all’organizzazione ambientalista Sea Shepherd. Nel febbraio 2012, il Giappone, dopo che l’imbarcazione degli attivisti ha insesguito la baleniera per “oltre 17.000 km”, è stato costretto a fermare le operazioni di caccia alle balene, dalle quali nel paese del sol levante vengono ricavati diversi prodotti di svariata natura, alcuni anche molto ricercati e desiderati sul mercato.

Secondo anno di seguito E’ il secondo anno di seguito che Sea Shepherd impedisce alla Nisshin Maru di arpionare balene. Il comandante della Bob Barker ha riferito che la nave giapponese “è stata più impegnata a contrastare le nostre azioni che a cacciare le balene”. Un grande dispendio di energie e di soldi che non ha potuto portare i risultati sperati. E’ forse anche questo uno dei presupposti per i quali l’agenzia della pesca giapponese si è decisa a dichiarare chiusa la caccia alle balene, unitamente ai “gravi motivi di sicurezza” subentrati. Non è detto, tra l’altro che l’attività riprenda. Dovesse accadere ha assicurato ancora Paul Watson, comandante della Bob Barker,  “è previsto un impiego ancora più massiccio di mezzi”. Quasi un piccolo arsenale, se non fosse perchè tutti i mezzi sono ovviamente privi di dispositivi bellici: quattro navi, due elicotteri,  120 volontari e addrittura quattro droni a comando remoto.

A.S.