Maroni difende Boni: I magistrati hanno preso un abbaglio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:22

Dopo la fiducia incassata ieri dalla dirigenza padana al completo, Davide Boni è oggi tornato al Pirellone parzialmente sollevato. Il presidente del Consiglio regionale, accusato dall’architetto Michele Ugliola di aver intascato tangenti durante il suo assessorato in Regione, ha rimandato a martedì prossimo l’appuntamento con i media, durante il quale fornirà la sua versione dei fatti. In attesa del “chiarimento”, è stato Roberto Maroni a confermare oggi il sostegno al leghista, arrivando a definire un “abbaglio” l’inchiesta avviata dalla Procura milanese.

Accuse infondate – “Questa indagine si basa sulla testimonianza di un personaggio che è già stato indagato, inquisito tanto tempo fa, la cui parola conta meno di zero e francamente noi siamo sicuri, per tutte le verifiche che abbiamo fatto, che queste accuse al presidente del Consiglio regionale siano totalmente infondate”. L’ex ministro dell’Interno, Roberto Maroni, è partito da qui per ribadire, a favore di telecamere, la convinzione che lo scandalo che ha investito Davide Boni finirà per risolversi in una bolla di sapone.

L’abbaglio dei magistrati – ”Non parlo di un complotto – ha precisato oggi Maroni – ma di un abbaglio della magistratura, che ha commesso un errore di valutazione sulla base di affermazioni destituite di ogni fondamento. Sono state fatte delle verifiche patrimoniali che non hanno trovato nulla e allora è saltata fuori la storia che se lui ha preso i soldi e non li ha usati – ha spiegato l’ex ministro – deve averli per forza dati alla Lega Nord. Da qui questa panzana delle tangenti prese dalla Lega Nord”.

Tranquilli e fiduciosi – “E’ un’accusa che si basa su una verifica patrimoniale che ha dato esito negativo – ha ribadito l’ex titolare del Viminale – Credo che non ci siano precedenti nella storia giudiziaria italiana. Siamo assolutamente tranquilli. Abbiamo riconfermato piena fiducia a Davide Boni e sono certo che questa vicenda sarà presto archiviata perché – ha concluso Maroni – non c’è assolutamente nulla”.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!