Uganda: La tragedia dei bambini soldato denunciata su YouTube

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:23

Piccoli militari. Quella dei bambini soldato è una realtà tristemente attuale, in modo particolare nel “continente nero, devastato da ininterrotte guerre interetniche, finanziate dal neocolonialismo. In Uganda, per esempio, Joseph Kony, generale ribelle a capo della Lord’s Resistance Army, gruppo guerrigliero che combatte da oltre vent’anni contro il governo, sta letteralmente usando dei bambini soldato per la sua  sporca guerra. A denunciarlo, con un video su YouTube, è Jason Russell, uno dei fondatori di Invisible Children.

Video. Il video ha letteralmente “sbancato” in internet, registrando oltre 50 milioni di visualizzazioni in meno di tre giorni. Ciò ha permesso di far conoscere al grande pubblico una realtà troppo spesso ignorata, quella dei bambini soldato, e di denunciare l’operato di Joseph Kony, il “Re” dei bambini soldato, considerato dall’organizzazione uno spietato criminale.

Condannati alla guerra. Nel video Kony viene indicato come il responsabile di crimini orrendi: coscrizione di bambini soldato, sfruttamento sessuale dei minori, stupri di massa, esecuzioni di civili. Il Lord’s Resistance Army, è composto principalmente da bambini rapiti dai loro villaggi; negli ultimi tre anni sono stati sequestrati tra i 5 e gli 8mila bambini, circa 3mila sono riusciti a fuggire, tante le morti celate.

Morire. I bambini soldato vivono in un regime di estrema violenza, costretti, pena la morte, ad uccidere altri bambini, “colpevoli” di aver tentato la fuga. Per queste piccole vittime, essere picchiate  e morire di stenti è la norma.

Giovanna Fraccalvieri

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!