Pietroliera incagliata a Siracusa

Incagliata da sabato – E’ ancora arenata davanti sugli scogli di Mazzarona, provincia di Siracusa, la nave Gelso M, incagliata sabato mattina a causa delle condizioni meteorologiche avverse che avevano provocato la mareggiata sulla zona. Vista l’ingovernabilità della nave, il comandante aveva immediatamente ordinato l’abbandono e le 19 persone dell’equipaggio erano state portate in salvo tramite l’ausilio di due elicotteri.

300 tonnellate di carburante – La nave, appoggiata sul fianco, è in condizioni di stabilità e questo ha permesso alle squadre specializzate addette al salvataggio, in collaborazione con gli uomini della Capitaneria di porto e quelli della società Smit Salvage di Rotterdam, di ispezionare la cisterna, per poter quanto prima procedere allo svuotamento dei serbatoi contenenti ben 300 tonnellate di carburante.

Il rimorchio della nave – Subito dopo aver svuotato i serbatoi, il piano prevede di rimorchiare la petroliera con modalità e tempistiche ancora da definire in attesa che le condizioni meteo permettano le operazioni. Fortunatamente la petroliera non trasportava petrolio né prodotti chimici, in questo caso specifico, altrimenti l’incidente, secondo Greenpeace, avrebbe potuto assumere la gravità di quello verificatosi con la motonave Rena in Nuova Zelanda. La priorità è di evitare che prima o durante le operazioni di svuotamento non si verifichi dispersione in mare del carburante.

Marta Lock