Noel Gallagher: domani show case a Milano per gli ascoltatori di Virgin Radio

Noel Gallagher a Milano – Sarà una vera e propria chicca musicale quella riservata agli ascoltatori di Virgin Radio. Uno show case esclusivo a cui potranno prendere parte, infatti, 150 fortunati che hanno partecipato ai contest in onda su Virgin Radio e on-line su virginradio.it. A salire sul palco della Salumeria della Musica sarà Noel Gallagher che presenterà un live interamente acustico, una performance che verrà anche trasmessa in video-diretta streaming su virginradio.it anticipata da un’incursione, sempre in diretta streaming, durante il soundcheck. Inoltre, l’intera esibizione sarà successivamente trasmessa su Virgin Radio e disponibile su virginradio.it

La nuova vita artistica di Noel Gallagher – Torna a volare alto Noel Gallagher. Sono passati più di due anni dalla lite col fratello prima del concerto di Parigi dell’autunno 2009 che ha segnato la fine degli Oasis. Liam ha continuato a parlare, a scatenare un circo mediatico sempre aperto sui fatti di quella notte, finita con due racchette sfasciate e l’annuncio scarno di Noel: “lascio il gruppo, non potrei continuare a lavorare con mio fratello nemmeno per altre 24 ore”. Il più grande dei due fratelli non ha ma voluto spiegare le ragioni del suo addio. Si è però rimesso a scrivere musica. Sono nati così i Noel Gallagher’s High Flying Birds, più che una band un collettivo soggetto a cambiamenti di formazione, che ha presentato un album omonimo che segna il debutto del nuovo gruppo. Un lavoro che trasuda ispirazione, freschezza e tanta, tanta Inghilterra. La dichiarazione di intenti è già nel primo singolo, The death of you and me, che ricalca un po’ The importance of being idle. Nelle dieci tracce ricorrono tutti gli elementi della poetica musicale di Gallagher, tra suoni brit, cantautorato di matrice americana (Aka…Broken Arrow) e canzoni “politicamente impegnate” (Soldier Boys and Jesus Freaks). Perfetto esempio della combinazione di elementi passati e presenti è sicuramente If I Had Gun, intensa ballad dal retrogusto cinematografico che appare un ideale seguito di Wonderwall, sospesa fra struggenti parole di rimpianto e voglia di ricominciare.

Dario Morciano