Richiesta di aiuto dell’allenatore pedofilo

Squadra di pallavoloL’allenatore di 49 anni di una squadra di pallavolo nella zona sud ovest dell’hinterland milanese, precisamente a Trezzano sul Naviglio, era stato arrestato sabato nell’ambito di un’inchiesta condotta dai carabinieri e coordinata dal pm di Milano Giovanni Polizzi. L’allenatore era già stato condannato in precedenza per episodi legati all’adescamento di minori.

In cura dallo psicologo – L’uomo ha dichiarato tramite il suo avvocato di essere seguito da uno psicologo in forza nel carcere di Bollate perciò ha chiesto di poter essere trasferito da San Vittore, dove è attualmente detenuto, al penitenziario a nord di Milano dove lavora il professore che lo segue dal punto di vista psicologico.

Ha chiesto la castrazione chimica – Il 49enne ha confessato di adescare delle minorenni in rete attraverso falsi profili creati su vari social network nei quali dichiara di avere 15 anni, e di non essere mai uscito con le ragazze adescate in quanto consapevole della gravità della sua condotta, ma di non riuscire a resistere al meccanismo di eccitazione che scatena in lui la rete. L’uomo ha aggiunto di essere pienamente consapevole di avere bisogno di aiuto in quanto malato, e di essere disposto a sottoporsi alla castrazione chimica pur di veder finire la sua perversione.

Marta Lock