Roberto Saviano cittadino di Milano: Questo governo è prezioso perché ci salva dal berlusconismo

Saviano cittadino di Milano: “Io volevo dire solo questo, e di questo sono orgoglioso, Saviano è un nuovo cittadino di Milano” così il sindaco della città meneghina, ieri sera presso il Teatro Smeraldo, annuncia nuovamente il conferimento della cittadinanza onoraria al noto scrittore campano avvenuto all’inizio del 2012. Fra una cascata incessante di applausi e flash Roberto Saviano si mostra visibilmente emozionato e felice, intento a salutare a destra e a manca una platea che lo accoglie con calore. Sedati gli applausi il giovane guadagna il microfono e non perde occasione per lanciare un appello: “La legge sulla corruzione è fondamentale, si è atteso fino troppo, questo governo deve farla, questo governo è prezioso perché porta via il berlusconismo e ci salva dal default, ma per questo è fondamentale che faccia la legge anti corruzione” e ancora: “Se i processi non si chiuderanno con condanne saranno trampolini per il ritorno politico. Il paese nuovo non ha cacciato Berlusconi: deve ancora cominciare il percorso che romperà con la vecchia Repubblica per iniziare la nuova.”

Dipende da noi: tutto questo accade durante la manifestazione “Dipende da noi – Dissociarsi per riconciliarci” avvenuta ieri sera alla quale hanno aderito Gustavo ZagrebelskyRoberto Saviano,Sandra Bonsanti e la partecipazione di Lella Costa,Giuliano PisapiaUmberto EcoLorenza Carlassare Roberta De Monticelli; condotta da Concita De Gregorio. Il clamore di ieri sera ha riportato in auge le polemiche feroci dei leghisti, nonché di alcuni quotidiani, che avevano mal digerito la concessione di Pisapia a Saviano, Libero aveva tuonato ” Che cosa abbia fatto Saviano per Milano resta un mistero. Nessuno sa spiegarsi quali opere pregevoli, quali parole indimenticabili abbia detto per il capoluogo lombardo. Forse una ragione c’è.  Ha  appoggiato la campagna elettorale degli arancioni….”.

Nascita di una nazione: eppure la risposta la offre la storia italica, i cui 150 anni di unificazione sono stati celebrati negli ultimi dodici mesi senza posa; avrebbe potuto essere una buona occasione per svincolarci, finalmente, da un provincialismo che ci affigge a livello secolare e iniziare davvero “a fare gli italiani” dopo aver fatto l’Italia invece siamo qui, ancora, a chiederci cosa Saviano abbia fatto per Milano allo scopo di meritarsi la cittadinanza onoraria, il punto è, o dovrebbe, essere cosa Roberto Saviano abbia fatto per l’Italia. Evidentemente, secondo molte città della Penisola, Saviano ha dato un contributo sensibile volto a migliorare il Paese ed il modo per tributargli solidarietà e appoggio per molti sindaci è stato accoglierlo, simbolicamente, presso la propria giurisdizione.

Valeria Panzeri