Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Alfano: Nostre priorità lavoro e banche

CONDIVIDI

Alla vigilia del vertice convocato a Palazzo Chigi, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, è tornato a puntare i piedi sugli argomenti da affrontare con Monti, Bersani e Casini. “Per noi le priorità sono il lavoro e l’accesso al credito“, ha spiegato ieri l’ex Guardasigilli, che ha rimarcato l’indisponibilità a modificare le regole per la nomina del nuovo Cda in Rai, concedendo invece qualche apertura al dibattito sul tema della giustizia.

Il nodo sulle banche – “Per noi le priorità sono il lavoro e l’accesso al credito. Per questo motivo al presidente dell’Abi Mussari (che incontrerà oggi, ndr) porremo questioni ben precise”. A dichiararlo ieri è stato il segretario del Pdl, Angelino Alfano. “Siamo dell’idea che le banche italiane – ha continuato l’ex ministro – non possano ricevere 139 miliardi di euro dalla Bce e riceverli all’1% senza che i cittadini ne abbiano benefici”.

Il dibattito sulla giustizia – Quanto al vertice di domani, l’ex titolare di via Arenula ha aperto a un confronto sulla giustizia: “Il nostro menu è abbastanza ampio – ha precisato Alfano – Vi è il ddl anticorruzione a firma del governo Berlusconi e mio, le intercettazioni, il giusto processo, la riforma costituzionale della giustizia e la responsabilità civile dei magistrati“.

Le resistenze sulla Rai – “Abbiamo chiesto che al primo posto ci fosse il lavoro – ha ribadito il segretario del Pdl riferendosi all’agenda che verrà analizzata domani nel vertice serale di Palazzo Chigi – Se faremo in tempo ci occuperemo di Rai e giustizia. Se qualcuno vorrà occuparsene, se ne occuperà”. Ma, ha tagliato corto: “Sulla governance di Viale Mazzini non accetteremo alcuna modifica“.

Maria Saporito

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram