Furgone travolge e uccide bimba

Era sulle strisce pedonali – La piccola di 9 anni era sulle strisce pedonali di un semaforo sulla circonvallazione esterna di Treviso insieme alla sorellina di 11 anni e di un loro fratello più piccolo, quando un furgone guidato da un 60enne le è letteralmente piombato addosso travolgendola.

Immigrati da poco residenti in Italia – Di origini kosovare la bimba è figlia di immigrati residenti in Italia da pochi mesi, purtroppo per lei il sogno italiano dei genitori è finito troppo presto. Inutili i tentativi dei sanitari di rianimarla, è morta sul colpo davanti agli occhi dei fratellini e dei numerosi testimoni presenti sul luogo. Il 60enne alla guida del mezzo è stato invece ricoverato in ospedale in stato di shock.

Eccesso di velocità – Secondo i primi accertamenti l’incidente sarebbe stato causato dall’eccesso di velocità del furgone, facendo riemergere l’annoso problema dei limiti non rispettati nell’anello esterno alla cinta muraria della città. Gli autovelox posti per limitare la velocità delle auto sono stati disattivati dal Comune a seguito di una sentenza della Corte di Cassazione che aveva cancellato una multa per eccesso di velocità a un cittadino che aveva fatto ricorso, stabilendo un’incompatibilità tra gli strumenti utilizzati e la classificazione della strada, ma l’incidente odierno ha di nuovo risollevato le polemiche al riguardo.

Marta Lock