Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Monti incontra la Merkel: Superare la crisi e puntare a competitività e lavoro

CONDIVIDI

L’asse Italia Germania – Ieri la cancelliera tedesca Angela Merkel ha incontrato a Roma il presidente Mario Monti per un vertice a due. Subito dopo l’incontro i due hanno spiegato i punti di discussione in conferenza stampa.
Si è parlato ovviamente di economia, di crisi, di lavoro e di Europa, come ha spiegato lo stesso Monti: “Abbiamo fatto un giro d’orizzonte sulle tematiche complessive europee, una settimana fa era stato qui il ministro delle Finanze Scheuble. Con la cancelliera conveniamo che non ci si può rilassare. In questa fase europea, in cui la crisi finanziaria più acuta sembra decisamente superata, non ci si può rilassare, sia dal punto di vista delle politiche interne, dove ognuno deve tendere a essere più competitivo, all’equilibrio e alla crescita, sia dal punto di vista delle politiche europee“.
Occorre che nell’Unione europea si presti analoga attenzione per la crescita, soprattutto per il lavoro giovanile“, ha proseguito Monti, ribadendo i prossimi incontri con i vertici tedeschi: “Vogliamo lavorare insieme per tenere ferma la stabilità di bilancio e accentuare la crescita. Tra Italia e Germania c’è una comune interesse per una ratifica in Parlamento del fiscal compact che si effettui rapidamente. Abbiamo immaginato modalità per lavorare congiuntamente dal punto di vista dei tempi e della comunicazione ai rispettivi Parlamenti”.

Merkel: Necessaria maggiore crescita – Anche la Merkel ha sottolineato l’intesa tra i due paesi, definendo quello con Monti un “incontro molto amichevole”.
Ma è necessario che l’Europa provi a ripartire: “Abbiamo bisogno di crescere, in un mondo di grande competitività. Difenderci insieme. Siamo un Continente che ce l’ha fatta a crescere insieme su obiettivi comuni. Rappresentiamo il 7% della popolazione mondiale. per questo dobbiamo trovare un equilibrio. L’Europa nei prossimi anni si dovrà concentrare su tre punti: la competitività, nei confronti di potenze come Cina e India, i posti di lavoro e il consolidamento fiscale“.

Matteo Oliviero

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram