Stupro di gruppo su una minorenne da coetanei

Il bacio del ricatto – La ragazza di 13 anni di Cerignola, provincia di Foggia, era stata contattata attraverso Facebook da un ragazzo con il quale, dopo una serie di messaggi, aveva deciso di incontrarsi arrivando a scambiarsi innocenti effusioni adolescensiali. Ma i tre amici del ragazzo hanno ripreso di nascosto i loro baci, e subito dopo hanno minacciato la ragazza.

Doveva accettare le loro attenzioni – Due dei quattro ragazzini, i più grandi, di 14 anni, hanno minacciato la ragazzina di diffondere in rete le immagini dei baci e di far circolare la voce che fosse una poco di buono se non avesse acconsentito a soddisfare le loro richieste sessuali. La 13enne impaurita ha subìto la violenza in un luogo appartato e controllato dagli altri due ragazzini di 13 anni che facevano da palo.

Il racconto all’amica – Subito dopo aver subito la violenza, la ragazza è corsa in lacrime da un’amica alla quale ha raccontato tutta la vicenda e l’altra ha riferito a sua volta quanto accaduto ai genitori della vittima, che l’hanno convinta a sporgere denuncia. I due 14enni sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona e violenza sessuale in concorso e affidati a una comunità di recupero di Brindisi mentre i due 13enni a causa della giovane età non possono essere imputati.

Marta Lock