Violentata nella notte a Cantù

Uscita con un’amica – La 20enne di Cantù, provincia di Como, era uscita all’una di notte di sabato scorso, insieme a un’amica per andare al distributore automatico a comprare le sigarette. Poco dopo aver effettuato l’acquisto, mentre si stavano dirigendo verso casa, si sono accorte della presenza di un uomo che le stava seguendo.

Ha accelerato il passo – L’uomo deve aver capito che le due ragazze si erano accorte della sua presenza perciò ha subito accelerato il passo fino a rincorrerle e riuscendo a fermare una delle due. L’altra ha dato immediatamente l’allarme ai carabinieri mentre assisteva impotente alla violenza che si stava consumando davanti ai suoi occhi.

L’arrivo dei carabinieri – Nel momento in cui i carabinieri sono giunti sul luogo, l’aggressore si era già dato alla fuga, le ragazze hanno però fornito un identikit dell’uomo agli investigatori che sono sulle sue tracce. L’episodio si è verificato in una zona abbastanza isolata della cittadina e la ragazza violentata è stata trasportata in ospedale a Milano, dove è stata soccorsa e raggiunta dai suoi genitori. I medici le hanno subito effettuato tutti gli esami necessari a documentare l’avvenuta violenza che, uniti alle dichiarazioni della testimone oculare, incastrerebbero lo stupratore qualora venisse rintracciato.

Marta Lock