Probabili formazioni Udinese – AZ Alkmaar: Maertens non ce la fa, Basta e Danilo a casa

Probabili formazioni Udinese – AZ – Dopo l’eliminazione di Inter e Napoli dalla Champions League, all’Italia sono rimaste solo due speranze che si chiamano Milan, già qualificata ai quarti di finale della massima competizione europea, e Udinese, in attesa di giudizio stasera contro l’AZ Alkmaar. Francesco Guidolin è chiamato a ribaltare il risultato dell’andata, 2 a 0, per portare avanti la sempre più confermata squadra bianconera, che però è reduce da uno scivolone inatteso a Novara, compiutosi domenica scorsa in campionato.

Udinese – Mancheranno Basta e Danilo, il primo infortunato e il secondo squalificato. Queste due assenze sembrano poter condizionare l’assetto tattico di Guidolin, che però non schiera Basta da tempo in campionato, mentre in difesa il brasiliano potrà essere sostituito da Ferronetti. A centrocampo Abdi e Asamoah insieme con Pazienza dovrebbero formare la diga dietro Floro Flores e Di Natale, che all’andata aveva disputato solo gli ultimi dieci minuti di gara. Così dovrebbe scendere in campo l’Udinese (3-5-1-1): Handanovic; Benatia, Domizzi, Ferronetti; Armero, Abdi, Asamoah, Pazienza,  Pinzi; Floro Flores; Di Natale. A disposizione: Padelli, Neuton, Ekstrand, Pasquale, Battocchio, Fabbrini, Marsura.

 AZ Alkmaar – Soltanto un’assenza, ma importante, in casa olandese: si tratta di Maertens, all’andata il vero mattatore della partita. L’attaccante non ce la farà a scendere in campo e al suo posto dovrebbe giocare Boymans. L’allenatore degli olandesi assicura, comunque, che non sarà un problema non avere Maertens in campo e l’obiettivo dei capolisti delle Eredivisie è quello di arrotondare ancora di più il vantaggio. Difesa a quattro e tridente d’attacco, con una grande spavalderia da parte dell’AZ. Così dovrebbe scendere in campo l’Alkmaar (4-3-3): Esteban; Marcellis, Vieergever, Moisander, Poulsen; Holman, Maher, Elm; Maertens, Altidore,  Beerens. A disposizione: Heijblok, Reijnen, Klavan, Falkenburg, Ortiz, Gudmundsson, Boymans.

Mario Petillo