Sardegna: lite familiare finita in tragedia

Morto un bimbo di due anni – E’ molto fitto il mistero che avvolge la morte del piccolo di due anni morto questa mattina a Sant’Antioco in Sardegna, all’interno dell’abitazione nella quale viveva con la madre di 22 anni e il suo compagno di 30. E’ stata proprio la donna con le sue urla a richiamare l’attenzione dei vicini che hanno subito dato l’allarme al 118.

Sporca di sangue e ferita – I sanitari del 118 hanno fatto di tutto per rianimare il piccolo, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. La mamma, sporca di sangue, presentava invece ferite alla testa e sul corpo provocate con molta probabilità da colpi di martello. Secondo la testimonianza confusa della donna, ricoverata in stato di shock in ospedale, il convivente l’avrebbe colpita al termine di una lite, dopodiché è uscito di casa senza dare più notizie.

Si è suicidato – L’uomo, Igor Garau, 30 anni, è stato trovato impiccato a un albero nelle campagne circostanti da un pastore che si trovava nelle vicinanze e ha avvisato l’autorità. Ancora misteriose invece le circostanze della morte del bimbo, che saranno chiarite dall’esito dell’autopsia già disposta dal sostituto procuratore del Tribunale di Cagliari e affidate al medico legale, oltre che dall’esito dei rilevamenti in corso all’interno dell’appartamento da parte dei  carabinieri dei Ris.

Marta Lock