Genitori a undici anni, il caso di Lecco

E’ ancora una bambina – La ragazza di 11 anni, di origini straniere ma residente in provincia di Lecco, è rimasta incinta a seguito di un rapporto consensuale con un ragazzo di poco più grande di lei. La gravidanza non è stata frutto di un atto di violenza o di costrizione, bensì di effusioni troppo adulte compiute da ragazzini troppo poco responsabili e consapevoli delle conseguenze. Sulle specifiche della vicenda tutte le persone coinvolte osservano il massimo riserbo.

Il Tribunale dei minori – Il caso sarà attentamente seguito dal Tribunale dei minori oltre che dai genitori della bimba, diventata fertile da pochissimo tempo e ancora nell’età della pubertà. Il responsabile dei consultori familiari della Asl di Lecco esprime preoccupazione sull’effetto psicologico che può avere sulla ragazzina una gravidanza in età tanto giovanile, che potrebbe compromettere il percorso conoscitivo e relazionale tipico dell’adolescenza.

Le verifiche sul contesto familiare – Il Tribunale dei minori ha disposto degli accertamenti volti a verificare il contesto familiare e sociale nel quale vive la ragazzina, alla quale verrà certamente fornita dalla Asl un’adeguata assistenza psicologica, mentre riguardo al futuro del bimbo che nascerà saranno chiamati a prendere una decisione i familiari della ragazza, anche se saranno tenuti a rispettare anche la scelta della 11enne.

Marta Lock