Bruce Springsteen racconta le sue influenze musicali e fa un appello alle nuove generazioni di musicisti

Appello ai nuovi artisti – Bruce Springsteen si è presentato sul palco del South by Southwest music conference e festival di Austin, Texas, e ha rivolto un appello alla nuova generazione di musicisti.

Il discorso – Springsteen, nuovamente ai vertici delle classifiche di tutto il mondo con l’album Wrecking Ball, ha chiesto ai più giovani di farsi sentire; “Aprite le vostre orecchie, aprite i vostri cuori“, ha poi aggiunto Bruce prima di spiegare che non bisogna prendersi troppo sul serio pur essendo sicuri di se stessi. La musica, secondo l’artista, ha ancora un ruolo di primaria importanza tra i giovani e deve mantenere questa sua natura anche in futuro.
Il discorso tenuto sul palco del SXSW è durato più di un’ora e il cantautore ha ripercorso le sue influenze musicali, ringraziando i grandi artisti rock, Johnny Cash, i Beatles, Phil Spector e lodando in modo particolare Elvis Presley.

Le lodi per Elvis – Springsteen ha spiegato che Presley ha saputo conquistare il pubblico non solo per il suo aspetto fisico, ma anche per il suo modo di stare sul palco e di muoversi che mandavano in visibilio i suoi fans. Elvis, a suo parere, ha saputo sfruttare al meglio l’avvento della televisione e, seguendo il suo esempio, i nuovi musicisti dovrebbero imparare ad utilizzare le opportunità date dai nuovi media come internet.
Il passato, secondo Bruce, rimane sempre un grande esempio anche per le future generazioni che dovrebbero studiare i maestri del rock come Elvis, Bob Dylan, James Brown e i Sex Pistols, e poi suonare “come se fosse tutto quello che si possiede” pur “ricordando che è solo rock ‘n’ roll“.

Beatrice Pagan