Probabili formazioni Fiorentina-Juventus: Matri dal 1′, Cerci nel tridente

Probabili formazioni Fiorentina-Juventus – Tra designazioni arbitrali poco gradite (“Bergonzi? Scelta singolare, visto quello che è successo pochi giorni fa e l’importanza della partita“) e allenatori avversari con la lingua troppo lunga (“Allegri dice di stare zitti, noi lo abbiamo preso alla lettera, ma quello che continua a parlare è lui“), Antonio Conte vola a Firenze con un obiettivo dichiarato: ritornare al successo. La Juventus, non è un mistero, soffre di una particolare malattia, la “pareggite”: quest’anno in 14 circostanze (su 27) si è dovuta accontentare di un punticino. Ad allarmare, però, è soprattutto l’andazzo nell’ultimo mese e mezzo, che ha visto Buffon e soci hanno vincere una sola volta, contro il Catania, pareggiandone ben sei. Squadra in flessione, dunque? Neanche per idea, secondo Conte: “Siamo imbattuti dopo trenta partite, qualcuno a volte se lo dimentica. E siamo l’antagonista inaspettata del Milan. Purtroppo non siamo fortunati: a Genova abbiamo colpito tre pali e segnato un gol regolare che ci hanno annullato. I nostri pareggi non sono mai stati striminziti, gridano vendetta perché sono vittorie mancate“. Se i bianconeri continuano a sognare il tricolore, a Firenze l’aria è tutt’altro che tranquilla. A Catania è arrivata l’undicesima sconfitta stagionale, la quarta nelle ultime sei gare. La classifica piange, ma Delio Rossi non si scompone: “La sfida con la Juventus va al di là della classifica: se riusciremo a giocare senza pensare troppo alla nostra posizione in graduatoria saranno loro a rischiare. Annullare Pirlo? Macché, voglio una Fiorentina in grado di giocarsi la partita a viso aperto. Servirà la gara perfetta: questa Juve è da scudetto“. Fischio d’inizio questa sera alle ore 20.45, arbitro Mauro Bergonzi di Genova. Diretta tv su Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e Premium Calcio.

Fiorentina – Stevan Jovetic ha gettato la spugna. Nonostante una settimana di terapie, il montenegrino si è dovuto arrendere al problema muscolare alla coscia e non è stato convocato. Senza il suo fantasista, Delio Rossi confermerà il modulo visto a Catania: spazio al 4-3-3, dunque, con Amauri punta centrale supportato ai lati da Cerci e Vargas. In difesa dovrebbe restar fuori capitan Gamberini: il suo posto verrà preso da Nastasic, assente in Sicilia. L’unico vero dubbio di formazione è legato alle condizioni di Behrami, al rientro dalla squalifica ma ancora alle prese con un fastidio al ginocchio: in preallarme c’è Kharja, pronto a sostituirlo. Questa la probabile formazione (4-3-3): Boruc; Cassani, Natali, Nastasic, Pasqual; Behrami, Montolivo, Lazzari; Cerci, Amauri, Vargas. A disposizione: Neto, Gamberini, De Silvestri, Olivera, Kharja, Acosty, Marchionni. All. D. Rossi. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Kroldrup, Jovetic, Ljajic.

Juventus – Antonio Conte ha convocato 23 giocatori: l’unico assente è Barzagli, che non ha ancora superato il problema al polpaccio. Archiviata, dunque, l’emergenza difensiva: nella lista ci sono sia Bonucci, al rientro dopo la squalifica, che Chiellini, che ha recuperato in extremis ma non è al 100%. Una decisione sul suo impiego verrà presa in extremis: dovesse restare fuori, verrebbe confermato Caceres. Vidal, che a Genova aveva fatto il centrale difensivo, tornerà in mezzo al campo (fuori Giaccherini). Davanti, con Pepe e Vucinic sicuri di una maglia, resta il dubbio legato al centravanti: dovrebbe toccare ancora a Matri, in vantaggio su Borriello. Questa la probabile formazione (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Caceres, Bonucci, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe, Matri, Vucinic. A disposizione: Storari, Chiellini, Estigarribia, Giaccherini, Del Piero, Quagliarella, Borriello. All. Conte. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Barzagli.

Pier Francesco Caracciolo