Germania, Joachim Gauck è il nuovo Presidente della Repubblica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:12

Plebiscito – Da ieri mattina la Germania ha un nuovo Presidente della Repubblica: si tratta del settantaduenne Joachim Gauck, eletto al primo scrutinio dal Bundesversammlung, l’assemblea federale formata da 1244 rappresentanti, divisi tra parlamentari del Bundestag e delegati designato dai parlamenti regionali. La nomina ufficiale, peraltro molto probabile dato il larghissimo sostegno politico, è arrivata con ben 991 preferenze; Gauck succederà al Presidente uscente Christian Wulff, dimessosi un mese fa dopo essere stato coinvolto in un caso di corruzione.

Gauck era già stato a un passo dalla presidenza nel 2010, proprio in occasione dell’elezione di Wulff, all’epoca fortemente sostenuto dalla cancelliera Angela Merkel: in quell’occasione l’ex Presidente ebbe la meglio, ma solo alterzo scrutinio.

Il neoeletto ha accettato la nomina pronunciando un discorso sentito e commosso, sottolineando all’assemblea che “Avete votato un presidente che non sa immaginarsi senza la libertà e che non sa immaginare il paese senza la prassi della responsabilità; una cosa posso promettere: con tutte le mie forze e con tutto il mio cuore dico sì alla responsabilità che mi avete trasmesso“.

Ex dissidente – Nato a Rostock nel 1940, Gauck, ex pastore protestante, è noto in Germania per il suo ruolo di difensore della libertà nella Ddr ai tempi del Muro. Noto dissidente, ha formato il movimento “Il nuovo Foro” per sostenere la resistenza al regime. Nel 1990 è stato nominato Commissario Federale per gli archivi della Stasi, la polizia segreta comunista da cui era anche stato controllato all’epoca delle due Germanie. Separato, dopo un matrimonio da cui sono nati quattro figli, è da dodici anni legato alla giornalista Daniela Schadt.

Damiano Cristoforoni