Pagelle Udinese-Napoli: super Handanovic, Cavani croce e delizia

Pagelle Udinese-Napoli – Al Fiuli finisce 2-2 il big match tra Udinese e Napoli. Un punto che avvicina entrambe le squadre alla zona Champions ma che fa più felice gli ospiti capaci di rimontare i gol di Pinzi e Di Natale grazie allo scatenato Cavani. Nonostante i due gol subìti, il portierone Handanovic si è reso ancora una volta protagonista di una prestazione degna di nota parando un calcio di rigore all’attaccante uruguagio. A fine gara, Guidolin fa gli applausi ad entrambe le squadre: “Penso che chi abbia visto la partita si sia divertito e questo non può che far bene al calcio. Contento dei miei ragazzi nonostante l’occasione sprecata e la fatica di giovedì“. Tira le orecchie ai suoi invece Mazzarri: “Abbiamo concesso delle ripartenze all’Udinese che dovevamo evitare. Purtroppo pecchiamo di cinismo e siamo stati punti con due soli tiri in porta“.

Pagelle Udinese Handanovic 7: para il calcio di rigore che avrebbe potuto rilanciare gli azzurri e all’ultimo istante evita la gloria di Zuniga pronto a mettere in rete. Decisivo nonostante le due reti incassate. Pinzi 7, Di Natale 6,5, Pereyra 6,5, Danilo 6,5, Asamoah 6, Pasquale 6, Coda 5,5, Floro Flores 5,5, Pazienza 5,5, Domizzi 5,5, Ekstrad s.v., Fabbrini 5: si fa trovare pronto in occasione della prima rete bianconera ma si rende protagonista di una doppia ingenuità che gli costa l’espulsione nel momento cruciale del match. (All. Guidolin 6,5)

Pagelle NapoliCavani 7: il calcio di rigore sbagliato sul 2-0 avrebbe distrutto il morale di chiunque, ma l’attaccante uruguagio si carica dopo l’errore e mette a segno la doppietta decisiva per il pareggio finale. Hamsik 6,5, Dzemaili 6, Inler 6, Dossena 6, Zuniga 6, Cannavaro 6, Campagnaro 5,5, Britos 5,5, Gargano 5,5, De Sanctis 5,5, Vargas 5,5, Pandev 5: invisibile per larga parte del match, fa sentire pesantemente l’assenza di Lavezzi rimasto a casa dopo la trasferta contro il Chelsea. Poco pimpante l’attaccante di proprietà dell’Inter. (All. Mazzarri 6,5)

Giuseppe Carotenuto