Serie A, Bologna-Chievo 2-2: altalena di emozioni al Dall’Ara

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30


Bologna-Chievo 2-2 – Bologna e Chievo si dividono la posta in palio e fanno un altro passettino verso la salvezza. Al Dall’Ara finisce 2-2 con i padroni di casa costretti a inseguire due volte e a riacciuffare gli avversari. Gli ospiti passano in vantaggio al 27’ con una rete fortunosa di Andreolli. Al 59’ Di Vaio riequilibra la situazione. Dieci minuti dopo, Thereau riporta avanti il Chievo. Ma non è finita qui. A nove dal termine, Diamanti, con un’azione caparbia fissa il risultato sul definitivo 2-2. Il pareggio consente a entrambe le squadre di mantenere un vantaggio rassicurante sulla terz’ultima, il Lecce, che rimane a -10 dal Bologna e -9 dal Chievo.

Andreolli tuttofare – Amarcord nel pomeriggio di Bologna per Stefano Pioli che incontra la sua es squadra. Il tecnico rossoblù rilancia Di Vaio titolare – tenuto inizialmente in panchina contro la Lazio – con Diamanti e Ramirez alle spalle. Di Carlo, dal canto suo, si affida al solito 4-3-1-2 con Thereau a ispirare Pellissier e Paloschi. I veneti sono più ordinati e organizzati grazie a una mediana efficace e una difesa ispirata con Andreolli che tiene buono Di Vaio per tutto il primo tempo. Il centrale di scuola Inter si traveste anche da attaccante aggiunto e al 27’ porta in vantaggio i suoi. Tutto nasce da una punizione di Bradley dalla destra, Pellissier calcia verso la porta e trova la deviazione vincente quanto fortunosa di Andreolli. Il Chievo, poco dopo, rischia di fare bis, ma Gillet si oppone alla grande su un colpo di testa di Dramè. Il Bologna non pervenuto nei primi 45 minuti.

Reazione Bologna – Pioli corre ai ripari e inserisce Kone al posto di Pulzetti (in evidente difficoltà su Dramè) e Morleo per Rubin. Ma, nei primi minuti della ripresa, è ancora il Chievo a sfiorare il raddoppio: Pellissier penetra in area dalla sinistra e mette in mezzo per Paloschi la cui conclusione si spegne di poco fuori. Il Bologna prova finalmente a reagire: bello scambio tra Diamanti e Ramirez, ma poi l’uruguagio è ostacolato da Di Vaio all’atto di concludere. Il bomber rossoblù, che fino a quel momento non si era visto, si riscatta subito dopo siglando la rete del pareggio. L’azione parte da calcio d’angolo, la palla arriva a Perez che vede Di Vaio liberissimo in area, lo serve e il bomber rossoblù, solo davanti a Sorrentino, non perdona. Il Chievo protesta moltissimo per un presunto fuorigioco, ma è Andreolli a tenere in gioco l’attaccante del Bologna, che sale a quota 10 gol. Al 63’, primo cambio anche per il Chievo: dentro Hetemaj, fuori Luciano che aveva anche rischiato di farsi espellere. La mossa è azzeccata: al minuto 69, il finlandese recupera un buon pallone a centrocampo, passaggio filtrante per Pellissier che dalla destra mette in mezzo per Thereau e il francese deposita a porta vuota. Davvero una bella azione dei veronesi, che tornano in vantaggio e sperano nel colpaccio. Ma non hanno fatto i conti con Diamanti. All’ 81’, il fantasista del Bologna, dopo un’azione personale, scarica una rasoiata di sinistro dal limite dell’area che Sorrentino non trattiene. È il sigillo definitivo su un match che nei minuti finali ha poco da raccontare.

Miro Santoro

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!