Pagelle Roma-Genoa: Osvaldo lotta e segna, Gilardino invisibile

Pagelle Roma-Genoa – Vittoria per 1-0 della Roma che stende il Genoa e guarda con fiducia al futuro. Ma Luis Enrique non sorride troppo: “Serata positiva per i 3 punti conquistati ma non siamo stati lucidi come sempre, il Genoa ci ha pressato e non riuscivamo a tener palla come volevamo. Comunque è una vittoria importante, costruita anche con una buona gara difensiva grazie al reparto più criticato. La maglia pro-Abidal nel riscaldamento? Un bel gesto voluto fortemente dai ragazzi”. Pasquale Marino non fa drammi e afferma: “Abbiamo fatto una buona gara: con qualche infortunio in meno e un po’ di forza fisica in più riusciremo a fare bene nel finale di campionato. Peccato per quel gol in avvio”. 

Roma – Osvaldo 7: segna un bel gol dopo due giri di lancetta e sarà la rete che deciderà l’incontro. Tanta corsa e tanto sacrificio, si fa perdonare l’espulsione che lo ha tenuto fuori 2 giornate. Kjaer 7, Bojan 6.5, Marquinho 6.5, Greco 6.5, Gago 6.5, Borini 6, De Rossi 6, Stekelnburg 6, Taddei 6, Josè Angel 5.5, Lamela 5.5: luci ed ombre, troppo incostante per lasciare un segno indelebile in questo match. Simplicio sv. Allenatore: Luis Enrique 6.5.

Genoa – Frey 7: crolla dopo due minuti ma tiene in piedi la baracca con numerosi interventi. Non ha colpe se la difesa rossoblu è la più perforata del campionato. Carvalho 6.5, Veloso 6.5, Palacio 6, Biondini 6, Moretti 6, Kaladze 6, Mesto 6, Jorquera 6, Belluschi 5.5, Jankovic 5.5, Rossi 5, Gilardino 5: la scusa del pallone buono che non gli arriva non può essere valida in eterno. Non ne imbrocca una giusta. Allenatore: Marino 5.5.

Edoardo Cozza