Strage di Tolosa: la colpa sarebbe dei videogiochi violenti

Colpa dei videogiochi violenti – Il capo di Solidarietà e Progresso Jacques Cheminade accusa i videogame come responsabili della strage di Tolosa. Secondo Cheminade i videogiochi violenti sono da proibire e vietarli ridurrebbe le stragi nel mondo. Sembrerebbe che il leader punti, con questa affermazione, a recuperare quella parte di elettorato nazionalista di estrema destra che Sako e Le Pen hanno dovuto abbandonare.

Marcia indietro della destra francese – Secondo i giornali francesi la strage di Tolosa ha avuto un impatto così grande nel paese da riuscire persino ad arrestare le campagne elettorali di Sarkozy e Le Pen. I due candidati della destra francese sono stati costretti ad abbandonare gli accenti nazionalisti e spesso razzisti contro gli stranieri in Francia, per evitare di essere paragonati al criminale che ha causato la strage. La teoria più in voga nell’estrema destra è quella del pazzo isolato: una destra che viene accusata della strage per le sue campagne d’odio contro gli immigrati.

Michela Santini