Primarie Palermo: Sel e Idv temporeggiano su Ferrandelli e spunta l’ipotesi Orlando

La situazione post-primarie a Palermo non si è ancora stabilizzata. Dopo il successo di Fabrizio Ferrandelli e i controlli avviati dal comitato dei garanti per accertare la regolarità delle operazioni di voto, Sel, Idv, Verdi e Prc devono ancora sciogliere le riserve sul sostegno al giovane aspirante sindaco. Che ha, invece, incassato il placet del Pd. A remare contro Ferrandelli sarebbe in particolare l’Idv, con l’ex sindaco, Leoluca Orlando, tentato a scendere nuovamente in campo per “cannibalizzare” il suo ex pupillo.

Idv e Sel al bivio – Non c’è pace nel centrosinistra palermitano. Il vincitore delle primarie, Fabrizio Ferrandelli (che ha avuto la meglio sulla super favorita Rita Borsellino), continua a “tribolare” in attesa di incassare il sostegno dell’intera coalizione. Ieri i dirigenti locali di Sel, Idv, Prc e Verdi si sono incontrati per decidere sul da farsi, ma non sarebbero giunti a una sintesi condivisa. Di più: stando ai beninformati, la spaccatura tra vendoliani e dipiteristi sarebbe ormai imminente, con i primi orientati a sostenere Ferrandelli e i secondi intenzionati, invece, a puntare su un candidato alternativo.

Orlando vs Ferrandelli – Ma la nebbia rimane fitta sul possibile competitor interno alla coalizione. Che Leoluca Orlando si sia speso senza freno nella campagna elettorale di Rita Borsellino, è un fatto inconfutabile: il portavoce dell’Idv sarebbe tutt’ora convinto che il risultato decretato dalle urne non sia stato veritiero e che sui brogli segnalati in varie parti della città non sia stata fatta la necessaria chiarezza. Sospetti granitici che lo avrebbero spinto a disconoscere la vittoria di Ferrandelli fino ad insistere sulla necessità di opporre alla candidatura del suo ex pupillo quella di un altro esponente del partito.

I nomi dei papabili – In molti prefigurano che a “scendere in campo” alla fine sarà proprio lui, ma tra i nomi in lizza compaiono anche quelli del coordinatore provinciale Idv di Palermo, Pippo Russo, e di Fabio Giambrone, seguace della prima ora di Leoluca Orlando.

Maria Saporito