Donna uccisa nel sonno dal marito

Le ha sparato alla testa – Il pensionato di 77 anni di Ladispoli, cittadina litoranea in provincia di Roma, ha preso la pistola, detenuta con regolare porto d’armi, e ha sparato un unico colpo alla testa alla moglie 70enne, che dormiva ancora nel letto, uccidendola. La tragedia ha avuto luogo questa mattina all’interno del loro appartamento di via Gentili.

Litigavano spesso – Secondo le prime notizie la causa del gesto sarebbe stata l’esasperazione dell’uomo causata dalle continue liti che scoppiavano quasi giornalmente tra i due coniugi e che si verificavano ormai da molti anni. Gli inquirenti stanno cercando di raccogliere testimonianze tra i parenti e i vicini di casa per verificare la versione data dall’anziano.

Si è costituito – Dopo aver girovagato per qualche ora in stato confusionale, il pensionato si è recato alla caserma del comando dei carabinieri di Cerveteri confessando l’omicidio della moglie e il movente, cioè le continue e ripetute liti familiari che lo avevano esasperato al punto di fargli desiderare di porre fine a quell’angoscia che lo attanagliava da troppo tempo. I militari hanno provveduto all’arresto dell’uomo con l’accusa di omicidio volontario e l’hanno trasferito al carcere di Civitavecchia dove resterà in attesa di ulteriori eventuali disposizioni da parte del giudice.

Marta Lock