Smash confermato per una seconda stagione, ma senza la sua creatrice

Seconda stagione confermata – La NBC ha confermato che il nuovo serial Smash, dopo la conclusione della messa in onda dei primi sedici episodi, tornerà per una seconda stagione con un nuovo ciclo di episodi.

Cambio di autore – Le aspettative nei confronti di Smash erano molto alte grazie ad un team creativo e produttivo di qualità, che comprende anche Steven Spielberg, e un cast composto da attori di esperienza (Debra Messing e Anjelica Houston), artisti emergenti come Katherine McPhee (da American Idol) e vere star di Broadway (Megan Hilty). I risultati in termini di ascolto sono stati un po’ deludenti con una media di 7.7 milioni di spettatori, ma la preferenza accordata alla serie dalla fascia di età compresa tra i 18 e 49 anni ha convinto la NBC a decidere per il rinnovo.
La seconda stagione sarà però caratterizzata da un cambiamento molto importante: la sceneggiatrice e creatrice Theresa Rebeck lascerà il suo ruolo e rimarrà coinvolta solo come produttrice esecutiva. Il motivo di questa scelta sarebbe, secondo quanto riportato dal Los Angeles Times, il contenuto degli episodi troppo orientato ai problemi di cuore e ai drammi personali.

La serieSmash si era inizialmente presentato come uno sguardo inedito al mondo di Broadway che avrebbe dovuto mostrare la creazione di un musical ispirato alla vita di Marilyn Monroe dalla nascita dell’idea fino alla sua rappresentazione a teatro. A contendersi l’ambito ruolo della protagonista sono l’esordiente Karen (Katherine McPhee), trasferitasi a New York da una cittadina di provincia per tentare una carriera a Broadway, e l’esperta Ivy Lynn (Megan Hilty) sempre alla ricerca del suo primo ruolo importante. Sarà proprio lei a diventare Marilyn, e nel corso degli episodi si può assistere alla complicata vita personale degli autori, della produttrice e dello stesso cast impegnato nelle prove.
La NBC non avrebbe molto gradito la presenza costante di elementi sentimentali e leggeri negli episodi e la seconda stagione, dopo il cambio di sceneggiatore, potrebbe modificare l’approccio alla storia e ai suoi protagonisti.

Beatrice Pagan