Test clinici acquistati in Internet causano la morte di una donna a Barletta

Un decesso e due ricoveri – Una donna di 29 anni è deceduta dopo essersi sottoposta a dei test per le reazioni allergiche in una clinica privata di Barletta. Poco dopo sono state ricoverate d’urgenza all’ospedale della città altre due donne, una di 32 e l’altra di 62 anni, che erano state sottoposte allo stesso test con la medesima sostanza killer.

Acquistato su Ebay – Secondo le indiscrezioni trapelate il medicinale sarebbe stato acquistato da uno studio medico privato non convenzionato, su Ebay dal mercato inglese, anche se dai primi accertamenti risulta essere stato prodotto in Cina. La soluzione diagnostica usata per preparare test allergici, il sorbitolo, è stata sottoposta al controllo dei Nas, e gli esiti delle analisi saranno rese note solo tra alcuni giorni, ma si sospetta che nella sua composizione siano presenti nitrati, probabile causa dell’avvelenamento.

Aperta un’inchiesta – I medici che hanno salvato le altre due donne intossicate dalla sostanza hanno accertato che sono entrambe state vittime di un’intossicazione acuta provocata da una sostanza che ha interferito con l’emoglobina. L’intero lotto della sostanza ordinata via Internet dal centro diagnostico “Spinazzola” di Barletta, è stata posta sotto sequestro, mentre la Procura di Trani ha aperto un’inchiesta per avvelenamento colposo di sostanze alimentari, omicidio colposo e lesioni gravi.

Marta Lock