Serie A, Genoa-Fiorentina 2-2: un pari che scontenta tutti

Genoa-Fiorentina 2-2 – Un pari che rimanda i verdetti alle prossime giornate. La sfida della paura tra due squadre pericolosamente collocate al di sopra della zona retrocessione ha visto Genoa e Fiorentina sfidarsi a viso aperto per tutti i 90 minuti, con un alternarsi di emozioni riservato ai cuori forti. Nella giornata dei pareggi (solo Lazio e Atalanta hanno raccolto oggi i tre punti), la Fiorentina ha rischiato di centrare una vittoria determinante per la propria classifica, salvo venire poi riacciuffata da una prodezza di Palacio nel finale. Alla fine, i viola guadagnano un punto dopo le 5 sconfitte nelle ultime 7 gare, il Genoa piò accontantarsi del pari, visto come si erano messe le cose.

Apre Belluschi – Quella che doveva essere la sfida a distanza tra Amauri e Gilardino si è rivelata invece una partita giocata col “braccino”, per usare un termine tennistico, da entrambe le formazioni. Nonostante Amauri nei primi minuti di gioco impegni severamente Frey, è il Genoa a passare in vantaggio per primo: Belluschi raccoglie un cross di Mesto e insacca di testa sul secondo palo con un preciso colpo di testa. Ma la Fiorentina, schierata con Jovetic e Marchionni ha una fisionomia più logica: i viola, in maglia gialla, non si perdono d’animo e a stretto giro pareggiano. Dopo un’azione confusa la palla giunge sul sinistro di Vargas che tenta il tiro da fuori: la palla sarebbe destinata sul fondo ma si avventa in mezzo all’area Montolivo che devia la conclusione sbilenca alle spalle di Frey. E’ l’1-1 con cui le squadre vanno negli spogliatoi, anche perchè Amauri, poco lucido sotto porta, si fa respingere nuovamente una sua conclusione da Frey.

Chiude Palacio – La seconda frazione si apre con le due squadre che riprendono a giocare a ritmo basso. Nessuna delle due se la sente di rischiare qualcosa per cercare i tre punti ed il gioco latita. Ed è allora su un preciso colpo di testa che Natali spariglia le carte: la sua inzuccata è precisa e la palla si infila all’incrocio dei pali, imprendibile per Frey. La Fiorentina accarezza concretamente il sogno di espugnare il Ferraris dopo 19 anni. Ma non ha fatto i conti con la squadra del Grifone che, seppur non esprimendo un grande calcio, anzi, rischiando più volte di capitolare sulle iniziative di Lazzari e Vargas, trova il pari allo scadere. Palacio al minuto 89 prende palla al limite dell’area, si infila tra i due centrali e trova l’angolo lontano con un preciso rasoterra. E’ il gol che evita la contestazione pesante dei tifosi genoani e rimanda i verdetti più avanti. Per adesso la situazione di classifica delle due squadre rimane congelata a ridosso della  pericolosa zona retrocessione, con la Fiorentina che deve mangiarsi le mani per l’occasione sciupata.

R. A.