Ragazzo arrestato per furto, la madre muore d’infarto

Erano andati a prendere il figlio – I due genitori di Catania, appena ricevuta la chiamata dei carabinieri nella quale gli comunicavano l’avvenuto arresto del figlio 20enne, incensurato, per un furto di attrezzature agricole effettuato insieme a due 30enni pregiudicati, si sono precipitati in caserma per recuperare il ragazzo.

La refurtiva – I tre ladri si erano impossessati di due motozappe, un tagliaerba e un pompa idraulica, rubati in un’azienda agricola a Francavilla di Sicilia, e poco dopo la fuga il motofurgone Ape sono erano stati individuati e fermati dai carabinieri che hanno sequestrato il mezzo e gli attrezzi indebitamente sottratti al proprietario e condotto i tre ladri nella caserma di Calatabiano per svolgere le formalità di rito. I militari hanno poi chiamato le famiglie dei tre ragazzi per invitarle a comparire in caserma e informarle di quanto accaduto.

Si è sentita male – Appena arrivata in caserma, la donna, Concetta Batticciolo di 56 anni, ha accusato un malore improvviso e subito dopo si è accasciata a terra. Nonostante il primo soccorso prestato dai militari presenti e l’arrivo immediato dell’ambulanza è stato impossibile riuscire a rianimarla e salvarle la vita in quanto, secondo l’opinione dei medici, è stata probabilmente colta da infarto fulminante.

Marta Lock