Saverio Romano a processo con rito abbreviato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:51

L’ex ministro delle Politiche agricole, Saverio Romano, verrà processato con rito abbreviato per concorso esterno in associazione mafiosa. La decisione è stata ufficializzata nel corso dell’udienza preliminare che si è svolta oggi a Palermo. Su richiesta dello stesso politico, le udienze del processo (che partiranno dal prossimo mese di luglio) si svolgeranno a porte aperte: “Mi sembra giusto vista la mia funzione pubblica“, ha dichiarato Romano.

Rito abbreviato per l’ex ministro – Il processo in cui l’ex ministro del governo Berlusconi, Saverio Romano, risulta imputato per concorso esterno in associazione mafiosa ricorrerà al rito abbreviato. Il gup di Palermo, Fernando Sestito, ha accolto oggi la richiesta formalizzata dai legali dell’ex Udc accusato di “vicinanza” alla mafia da alcuni collaboratori di giustizia. Più precisamente: l’ex responsabile delle Politiche agricole sarebbe stato il referente politico in Sicilia della cosca mafiosa di Villabate. Accusa rigettata in toto da Romano, che ha chiesto di ricorrere al rito abbreviato convinto di poter dimostrare la propria estraneità ai fatti.

Udienze pubbliche – Nella giornata di oggi è stato definito il calendario del procedimento a carico dell’ex ministro: il 3 luglio si terrà la requisitoria (arringa del pubblico ministero), il 10 luglio la parola passerà alla difesa e il 17 luglio si giungerà alla sentenza. Non solo: per volere dello stesso Romano, le udienze si svolgeranno a porte aperte: “Mi sembra giusto vista la mia funzione pubblica”, ha spiegato l’esponente del Pid.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!