Concerto con sorpresa a Londra: Beatles, Rolling Stones e Who finalmente insieme

Concerto con sorpresa – Quattro leggende del rock e un solo palco. Una consistente porzione di storia della musica contemporanea si è riunita a sorpresa ieri sera alla Royal Albert Hall di Londra, durante l’esibizione di Paul McCartney in favore della fondazione benefica “Teenage Cancer Trust”. Arrivato (secondo scaletta) il momento di “Get back”, celebre brano dei Beatles, McCartney ha chiamato sul palco altri tre musicisti che hanno segnato indelebilmente il rock: Roger Daltrey (cantante degli Who), Ronnie Wood (chitarrista dei Rolling Stones) e Paul Weller (voce e chitarra di Jam e Style Council). Una sequenza – e relativa esibizione – da brividi, un quartetto inedito che ha lasciato a bocca aperta i presenti. Anche se il binomio Wood-McCartney non è una novità assoluta: si era già visto lo scorso dicembre alla 02 Arena di Londra.

 

Tra successi dei Beatles e cover di Hendrix – Il set di McCartney è stato intenso (ben 30 canzoni) e con qualche sorpresa. Parte centrale dell’esibizione, ovviamente, sono stati molti brani dei Beatles (da “Magical Mistery Tour” a “Paperback writer”, da “Blackbird” a “Let it be”) e diversi estratti della sua carriera solista (“Nineteen hundred and eighty-five”, “Maybe I’m amazed”). Ma a stupire in modo particolare (e gradito) sono state due interessantissime cover interpretate dal baronetto: parliamo dell’accesissima “Foxy Lady” di Jimi Hendrix, e della splendida “Here today”, brano dei Beach Boys incluso nel seminale album “Pet sounds”. Nei prossimi giorni, la Royal Albert Hall vedrà altri musicisti di rilievo esibirsi in favore della fondazione “Teenage Cancer Trust”: su tutti Pulp, Professor Green e Florence and the Machine.

Roberto Del Bove