Ragazzo disabile chiede una sigaretta e i coetanei gliela spengono sulle labbra

Denunciati due minorenni – Il ragazzo di 15 anni, affetto dalla sindrome di Williams, aveva chiesto una sigaretta a due suoi coetanei nel cortile della scuola, ma i due, un tredicenne e un quindicenne, per tutta risposta gli hanno spento sulle labbra quella che stavano fumando. Il ragazzo è dovuto ricorrere alle cure sanitarie per la bruciatura provocata, giudicata guaribile in 3 giorni.

Ha mentito ai genitori – Una volta tornato a casa, a seguito della richiesta di spiegazioni della madre riguardo la visibile ferita, ha mentito dicendo che si era fatto male cadendo, ma poi i suoi compagni di scuola, presenti al momento dei fatti, e infastiditi dall’atteggiamento che i due bulli erano soliti avere nei confronti del ragazzo, oltre che di altri compagni, lo hanno convinto a raccontare ai professori quanto subìto.

Il racconto dei professori – A quel punto i professori dell’istituto secondario della periferia di Verona, hanno immediatamente avvisato i genitori che hanno presentato denuncia ai carabinieri del comando provinciale. Ora il Tribunale dei minori della Procura della Repubblica ha accolto la denuncia per lesione personale aggravata e i due minorenni saranno sottoposti, a seguito degli accertamenti dovuti, ai provvedimenti attuabili vista la giovane età, soprattutto di uno dei due, inferiore ai quattordici anni.

Marta Lock