Amici 11: Il nuovo serale ha ucciso la polemica

Amici 11: Il nuovo serale ha ucciso la polemica. Piovono critiche sul nuovo serale, gli esclusi si fanno sentire, tra accuse e smentite e gli ascolti sembrano premiare la nuova formula di Amici versione Sabato Sera. Eppure dopo la prima puntata una delle grandi differenze rispetto alle ultime edizioni è la morte della polemica sterile. Ricordate le dispute infinite sul piede di Agata, sul sabbiato di Marco Carta e chi più ne ha più ne metta? Ricordate le infinite discussioni tra commissione e allievi, i pianti in casetta, gli abbandoni sempre solo minacciati? Ecco, con la nuova formula tutto è più annacquato. Si è scelto di dare spazio a canzoni e talenti a scapito dei commenti.

Morte del talk. In questo modo crediamo fortemente che gli allievi di quest’anno verranno penalizzati. Già sono schiacciati da un meccanismo che di fatto mette al centro la gara dei big. In più per loro il commento, l’elogio o la critica, lo psicodramma e compagnia bella era il momento di emergere come persone prima ancora che come artisti. E’ in qualche modo poi il motivo per cui comprando il disco di Emma Marrone o di Alessandra Amoroso ci sembra di acquistare il prodotto fatto da un’amica. Non è un caso che con l’invenzione delle squadre che ha di certo alzato esponenzialmente il numero delle polemiche in studio, la notorietà e il successo discografico degli allievi sia cresciuto esponenzialmente. Il talent ha senso solo nel momento in cui oltre al prodotto disco si vende anche il personaggio/persona che quel disco ha confezionato o semplicemente cantato. Difficile succeda anche quest’anno se non si cambia registro.

Simone Ranucci