Anticipazioni Amici 11: Valerio Scanu smentisce tutto

Amici 11: Valerio Scanu smentisce tutto. Appena spente le luci del serale subito sono partite le prime polemiche. Polemiche legate alle eliminazioni. In particolare a farsi sentire è stato il produttore di Valerio Scanu: Stefano Borzi il quale ha pensato bene di postare via Facebook un commento al vetriolo sull’esclusione del suo cantante “Sono d’accordo con il discorso del trattamento, davvero pessimo…. è stato fin troppo palese quanto abbiano “pompato” gli altri a discapito di Valerio… però non disperiamo.. perché se riusciremo a rientrare Valerio gli farà molto male.. a tutti!!”. In particolare le contestazioni di Borzi si riferiscono alla cover che Valerio ha dovuto cantare, cover a dire del produttore fuori dalle corde dell’artista, e del taglio dell’inedito Amami, che a suo dire hanno reso il brano “inutile ai fini di impatto, perché proprio quando doveva aprire vocalmente lo hanno chiuso

La risposta di Valerio. Per fortuna l’ex trionfatore del festival di SanRemo non ci è cascato e non si è lasciato trascinare nel gorgo della polemica che di certo avrebbe avvelenato il clima della sfida dei big. Infatti il commento di Valerio Scanu va in tutt’altra direzione rispetto a quello del suo produttore, tanto che si può ipotizzare una frizione tra i due. Ecco le parole di Valerio “In queste ore ho letto tante cose, non proprio esatte. Non ho rilasciato nessuna intervista dopo sabato…sto scrivendo adesso, per la prima volta, perché devo intervenire assolutamente per rettificare delle dichiarazioni in merito ad Amici… Io mi DISSOCIO TOTALMENTE e chi mi conosce sa che la polemica non mi appartiene, pertanto mi piacerebbe che i giudizi vengano emessi quando sono io, personalmente, a dire e a scrivere determinate cose, non quando lo fanno altri, anche se persone vicino a me. Ovviamente, mi riferisco a ciò che circola sul web e non nei miei canali ufficiali. Riguardo l’imposizione della cover cantata sabato, è una notizia errata. Come dissi in tag, avevo preparato due canzoni e una di queste, era proprio Dicitencello vuje, quindi era una mia scelta.”

Simone Ranucci