Basket, Nba: bene Miami, Lakers e Spurs, il “Mago” trascina Toronto

Basket, Nba – La notte Nba ha regalato 8 partite come sempre emozionanti, importanti, spettacolari. Si parte con il successo di Toronto su Charlotte per 92-87: la firma sulla vittoria dei Raptors è di Andrea Bargnani, che chiude con 30 punti a referto, ben accompagnato da DeRozan (20 punti) e Kleiza (18 punti uscendo dalla panchina); i Bobcats si fermano alla doppia doppia (20 punti e 14 rimbalzi) di Mullens e ai 18 punti “off the bench” di D.J. Augustin. Gli Spurs passeggiano su Cleveland: finisce 125-90 con la franchigia texana che trova il top scorer in Mills (20 punti), supportato dal duo Parker-Green (38 punti in due); i Cavs mandano 7 uomini in doppia cifra ma con statistiche basse: il migliore è Jamison (15 punti). I Lakers stendono 91-87 i Nets: decisivo Bryant (24 punti e tiri importanti) con Sessions (22 punti e 11 assist) e Gasol (19 punti e 14 rimbalzi) che refertano importanti doppie doppie; D-Will top scorer per New Jersey (20 punti) ma non sono male nemmeno le prestazioni di Wallace (19 punti) e soprattutto Humphries (18 punti e 15 rimbalzi). Miami supera i Sixers per 99-93: LeBron dice 41 (punti) e chiude ogni discorso, nonostante Turner (26 punti) e Williams (18 punti) cerchino di guidare Philadelphia.

Le altre partite – Phoenix ha la meglio su Sacramento per 109-100: anche i Kings trovano un uomo da 41 punti: è Cosuins, che ci aggiunge anche 12 rimbalzi, mentre Thomas referta 25 punti. Il tutto, però, è reso inutile dalle prove di Gortat (20 punti, 10 rimbalzi), Nash (18 punti, 12 assistenze), Redd (16 punti dalla panchina): vittoria di squadra per i Suns. I Knicks (senza Lin per il resto della stagione) cedono 112-104 contro Indiana: i 27 punti di Granger e i 18 di George bastano ai Pacers, nonostante New York trovi 39 punti e 10 rimbalzi da Anthony e 12 punti e 14 rimbalzi da Chandler. Detroit sconfigge 102-95 i Magic: a trascinare i Pistons è Monroe (22+11), coadiuvato da Gordon (18 punti), Maxiell e Prince (15 a testa); Orlando cerca di aggrapparsi a Davis (31 punti e 10 rimbalzi) ma non basterà. Infine, Memphis regola i Warriors per 98-94: O.J. Mayo è, ancora una volta, il top scorer dei Grizzlies (19 punti), con Conley che ne firma 18; Golden State trova 22 punti e 13 rimbalzi da Lee e 18 punti da Robinson ma non riesce a sovvertire il pronostico.

Edoardo Cozza