Fa la corte all’alunna tredicenne, insegnante condannata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Fa la corte all’alunna 13enne. E’ successo a Trento.Un’insegnante per due mesi, maggio e giugno 2010, ha tempestato di messaggi affettuosi un’alunna di 13 anni, appartenente alla classe nella quale insegnava inglese. Se in un primo momento la ragazzina era sembrata contenta di aver instaurato un’amicizia con la sua insegnante, resasi conto del tipo di rapporto un po’ troppo anomalo ha iniziato a rispondere in modo totalemente asettico ai messaggi della prof e nel contempo ha deciso di confidarsi con una collega della stessa. Quest’ultima ha segnalato il caso al dirigente scolastico, che a sua volta ha avvisato la polizia postale, la quale ha iniziato ad indagare mettendo sotto controllo i cellulari delle persone coinvolte. La vicenda è riportata dal Corriere delle Alpi.

Troppi messaggi e troppo intimi. La donna in due soli giorni avrebbe inviato alla studentessa oltre quaranta messaggi dai contenuti inequivocabili: “ti penso ogni minuto”,”Ti abbraccio forte per rassicurarti e per teneramente amarti”. Il giudice ha valutato negativamente un simile comportamento da parte dell’insegnante e l’ha condannata a sei mesi di reclusione e 4 mila euro di multa per molestie aggravate dalla sua posizione dominante. La donna è stata inoltre indotta a dimettersi dal dirigente scolastico. La collega con la quale la ragazzina si era confidata aveva anche riferito di alcuni comportamenti dell’insegnante condannata che la procura ha ipotizzato passibili di essere giudicati come violenza sessuale. E proprio “la violenza sessuale con minorenne” era stata l’accusa iniziale della Procura, generata da un bacio sulla guancia ed una carezza sulla schiena di cui l’insegnante d’inglese si era resa protagonista durante una gita in pullman. Il giudice ha però respinto una tale ipotesi, non ritenendo i gesti della donna invasivi della sfera sessuale della tredicenne.

A.S.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!