Marcello Lippi va ad allenare in Cina. Anzi no…

Lippi il cinese? – Nella prima mattinata di oggi è circolata la voce secondo cui Marcello Lippi avrebbe accettato la faraonica offerta del milionario cinese Xu Jiaryn di diventare l’allenatore del Guangzhou Evergrande, la squadra di Canton. L’ex tecnico di Napoli, Juventus e Inter si era detto in questi giorni interessato all’offerta proposta dagli orientali, che proponevano al commissario tecnico campione del mondo nel 2006 un contratto di 10 milioni di euro a stagione. “Una cifra difficile da non prendere in considerazione; la Cina è un paese molto bello nel quale vale la pena fare un’esperienza” aveva dichiarato Lippi non più tardi qualche giorno fa. Il Guangzhou Evergrande è il primo club di calcio fondato in Cina, nel 1954 precisamente e detiene il primo titolo della Chinese Super League, la massima serie del calcio cinese, nella quale milita tutt’ora.

Immediata smentita“Allenare il Guangzhou in Cina? Non esiste nella maniera più assoluta, non c’è assolutamente nulla, zero virgola zero. Era una voce già uscita dieci giorni fa, ma non c’è stato nessun contatto con la squadra cinese”. Marcello Lippi, smentisce all’Adnkronos, il suo imminente sbarco in Cina alla guida del Guangzhou Evergrande, la squadra di Canton che sta rivoluzionando il calcio della Repubblica Popolare a colpi di yuan. Marcello ribadisce il fatto di voler fare ancora una esperienza su una panchina fuori dall’Italia, ma non avere ricevuto alcuna offerta concreta. “Se mi piacerebbe un’avventura in Cina? Le avventure sono tutte belle, ho avuto contatti con gli Emirati Arabi, Qatar, Arabia Saudita, una esperienza la voglia ancora fare, ma vedremo, per ora non c’è nulla”.

 

Marco Valerio