Maxisequestro dei Nas di alimenti pericolosi per la salute

Pronti a essere messi in commercio per Pasqua – Sono 2.800 le tonnellate di prodotti sequestrati dai Nas per un valore di mercato pari a circa 10milioni di euro, e pronti a essere messi sulle nostre tavole con notevoli rischi per la salute. Tra le 1.786 ispezioni effettuate il 38% delle attività è risultata irregolare o carente di norme igienico sanitarie. Il blitz ha visto coinvolti ben 600 carabinieri appartenenti ai Nas dislocati su tutto il territorio nazionale che hanno effettuato controlli su attività di produzione e ristorazione.

Uova scadute – In molte attività dedite alla produzione di colombe e uova pasquali sono state rilevate pessime norme igieniche e prodotti per la preparazione scaduti o deteriorati, come uova rotte da giorni con le quali sarebbero stati preparati gli impasti per le colombe, oppure altri prodotti alimentari tenuti nello sporco più assoluto, o ancora prodotti industriali spacciati per artigianali.

Pentole incrostate ed escrementi di animali – In molti ristoranti sono state trovate pentole incrostate e coperte di escrementi di animali, pesce e carne congelate di origine ignota e impasti preparati dalla consistenza simile al cemento e conservati senza essere adeguatamente protetti dalla sporcizia o coperti. Per 47 attività è stata disposta la chiusura, mentre più di 700 soggetti sono stati segnalati alle autorità giudiziarie, oltre che sanzioni per violazioni sanitarie e amministrative per un totale di circa 1 milione di euro.

Marta Lock