Basket, Nba: Boston, Clippers e Magic ok, cadono Lakers e Mavs

Basket, Nba – La sera della vigilia di Pasqua: l’Nba anticipa le sorprese. Come, ad esempio, la sconfitta dei Lakers (privi di Bryant) contro Phoenix per 125-105: Bynum (23 punti e 18 rimbalzi) e Gasol (30+13) provano a trascinare i gialloviola, ma i Suns mandano 7 uomini in doppia cifra con Brown (24 punti) e Redd (23 punti uscendo dalla panchina) sapientemente guidati da Nash (13 punti e 11 assist). I “cugini” Clippers, invece, regolano 109-94 i Kings: dominio Griffin (27 punti e 14 rimbalzi), coadiuvato da Foye (25 punti) e un Paul che diverte in regia (19 punti e 15 assist); Sacramento manda Cousins in doppia doppia (15 punti e 20 rimbalzi) ma non basta. Boston vince 86-72 contro Indiana: i 24 punti di Pierce e i 19 di Allen “off the bench” sono determinanti per i Celtics; dall’altro lato 20 punti di Granger e doppia doppia sfiorata da Hibbert (9 punti, 17 rimbalzi). Importante successo di Memphis per 94-89 su Dallas: Gay (25 punti) e “Zaccaria” Randolph (15 punti e 11 rimbalzi) trascinano i Grizzlies, mentre i Mavs si fermano ai 17 punti di Nowitzki e ai 16 di Terry.

Le altre partite – Riscossa per Orlando, che batte 88-82 i Sixers: Howard spegne le polemiche con (e su) coach Van Gundy regalando ai Magic una prestazione da 20 punti e 22 rimbalzi, con Davis (23 punti e 12 rimbalzi) che fa da ottima spalla; Philadelphia trova la doppia cifra solo da 3 giocatori in panchina: Meeks, Williams e Young, che combinano per 51 punti. Valanga Atlanta, che travolge 116-96 i Bobcats: 8 i giocatori degli Hawks in doppia cifra, tra cui due Johnson (18 punti Joe, 17 Ivan) e Pachulia (doppia doppia da 12 punti e 16 rimbalzi); Charlotte con Higgins top scorer (22 punti). Denver scivola contro i Warriors per 112-97: Rush (20 punti) e i 32 punti del duo Lee-Thompson i fattori determinanti per Golden State; i Nuggets cedono nonostante i 40 punti sull’asse Lawson-Harrington. Milwaukee liquida Portland per 116-94: bene, tra i Bucks, Udrih e Jennings (21 punti a testa) e Ilyasova (20+12), mentre tra i Blazers il migliore è Aldridge (21 punti). Gli Hornets hanno la meglio su Timberwolves per 99-90: Kaman e Smith combinano per 47 punti e 20 rimbalzi e trascinano New Orleans (Belinelli referta 6 punti), il solito Love (29 punti e 12 rimbalzi) non è sufficiente a Minnesota per evitare la sconfitta.

Edoardo Cozza