Serie A, Cagliari-Inter 2-2: un pari “botta e risposta”

Cagliari-Inter 2-2L’Inter di Stramaccioni sbatte sul Cagliari: finisce 2-2, una partita con tanti gol ma non troppe emozioni. Sul neutro di Trieste (“Sant’Elia” inagibile) i nerazzurri acciuffano per due volte il pari contro gli isolani, apparsi coriacei e vivaci come sempre. E per Zanetti e soci, la rincorsa al sogno terzo posto si complica e non poco: sono 9 adesso i punti di distacco, forse troppi. I rossoblu, invece, conquistano un punto prezioso per avvicinarsi alla quota 40 che significa salvezza.

Partenza sprint – Pochi giri di lancetta e la partita è gia entusiasmante: la prima conclusione è di Zarate dalla distanza: manca la precisione. Il Cagliari, però, al 5′ passa: corner di Cossu, Ranocchia cerca di fermare Astori con le buone e (di più) con le cattive ma il difensore rossoblu inventa una girata che si infila in rete. Il tempo di festeggiare e rimettere la palla al centro e l’Inter trova il pari: Milito, ben servito da Zarate, batte Agazzi da centro-area. Sembra il preludio di una goleada, invece i ritmi calano e succede ben poco: l’occasione più ghiotta è un’incornata di Cambiasso, ben servito da Guarin, su cui Agazzi fa gli straordinari.

Di nuovo all’inizio – Anche la ripresa è vivace all’inizio: Thiago Ribeiro spreca malamente di testa, poi Pinilla sigla il nuovo vantaggio dei sardi: l’esultanza, però, è di quelle che il regolamento non permette (arrampicarsi sulle recinzioni, infatti, è un’infrazione passibile di cartellino giallo), così il cileno si prende la seconda ammonizione e lascia i suoi in dieci. L’Inter, nuovamente, trova il pari subito: stavolta è Cambiasso a trovare la stoccata vincente. Nonostante la superiorità numerica, i nerazzurri non affondano il colpo ferale al Cagliari: ci prova solo Zarate (cresciuto nella ripresa) ma Agazzi è strepitoso nel negargli la gioia del gol. Finisce 2-2, Cagliari e Inter sorridono amaro: i 3 punti nell’uovo sarebbero stati molto più graditi.

Edoardo Cozza